Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Danyteacher
  • Blog di Danyteacher
  • : Descrivo spesso rimedi naturali per risolvere piccoli problemi, mi interesso anche di economia, diritto e scienze della finanza.Offro informazioni relative alla scuola, alle lingue straniere, la letteratura italiana e straniera e notizie su i grandi scrittori. Mi occupo anche di viaggi e film
  • Contatti
5 giugno 2011 7 05 /06 /giugno /2011 22:27

I fondi comuni di investimento rappresentano dei patrimoni autonomi e collettivi che delle società di gestione raccolgono da risparmiatori, con sottoscrizione continua di quote, occupandosi poi di investire tali capitali in operazioni finanziare nel modo più sicuro e redditizio.

Cosa rappresentano i fondi comuni di investimento

Il fondo comune è un patrimonio amministrato da una Società di Gestione del Risparmio (SGR) che, per legge, deve essere sotto forma di società per azioni. Non solo amministra il fondo di investimento ma può anche amministrare le risorse dei fondi pensione e i patrimoni individuali. La società di gestione raccoglie da risparmiatori il denaro, effettuando delle sottoscrizioni di certificati che rappresentano delle quote di partecipazione al fondo. Questi certificati hanno tutti un eguale valore e gli stessi diritti. I capitali una volta raccolti vengono investiti in operazioni finanziarie, utilizzando una diversificazione in modo di frazionare anche gli eventuali rischi che possono sorgere sull'investimento. Ogni società di investimento deve essere collegata ad una banca depositaria che ha il compito di curare la raccolta dei capitali mediante il collocamento dei certificati tra i risparmiatori. Inoltre presso di essa vengono depositati i titoli relativi all'investimento collettivo.

Come investire nei fondi comuni

Il risparmiatore che vuole partecipare ad un fondo comune deve rivolgersi ad una banca oppure a un promotore finanziario, informandoli della somma che ha deciso di investire. L'investimento può essere fatto in un'unica soluzione oppure con un piano pluriennale di accumulazione che prevede versamenti periodi, mensili o trimestrali. Al risparmiatore, al momento della sottoscrizione, potrebbe essere richiesto il versamento di una commissione d'ingresso che viene applicata sull'importo del versamento, tale commissione decresce all'aumento della somma investita. Nel caso in cui il risparmiatore volesse uscire dal fondo può farlo liberamente, chiedendo il rimborso delle quote possedute che verranno liquidate al valore unitario giornaliero, senza addebito di commissioni. La legge prevede per i fondi comuni, l'esenzione dalle imposte sui redditi in quanto la società di gestione, sul risultato della gestione maturato, preleverà un ammontare del 12.50% come titolo di imposta sostitutiva. La scelta dell'investimento può essere verso fondi azionari dove il patrimonio collettivo viene investito in azioni e obbligazioni convertibili, sia nazionali che internazionali. Oppure si possono scegliere fondi bilanciati, in questo rappresentano un investimento misto formato da azioni e obbligazioni sia italiane che estere. La scelta potrebbe anche cadere su fondi obbligazionari che veicolano gli investimenti verso i titoli di Stato oppure verso fondi flessibili che indicano investimenti senza restrizione in liquidità, obbligazionario, azionario, euro o non euro. Questi sono fondi speculativi. L'investimento che contiene la più alta percentuale di azioni nel fondo, rappresenta per il risparmiatore un rischio più elevato. Quindi prima di sottoscrivere un fondo ci si deve rivolgersi a professionisti.

Firenze - Banca Toscana, Agenzia 1, Piazza Della Signoria,22r | SourcEuro Banknotesbusiness charts with sell?

Condividi post

Repost 0
Published by danyteacher - in Acquisti e Investimenti
scrivi un commento

commenti