Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Danyteacher
  • Blog di Danyteacher
  • : Descrivo spesso rimedi naturali per risolvere piccoli problemi, mi interesso anche di economia, diritto e scienze della finanza.Offro informazioni relative alla scuola, alle lingue straniere, la letteratura italiana e straniera e notizie su i grandi scrittori. Mi occupo anche di viaggi e film
  • Contatti
11 luglio 2011 1 11 /07 /luglio /2011 15:43

Tra i finanziamenti immobiliari la forma maggiormente diffusa è il mutuo ipotecario.

Considerazione sul mutuo

La concessione del mutuo e la successiva lunga fase di rimborso comporta il pagamento di interessi. Il rimborso della somma prestata è stabilito in base a un piano di ammortamento costituito con formule di matematica finanziaria. Le rate sono di regola semestrale e ognuna di esse comprende una quota di capitale e una quota di interessi. Con il trascorrere del tempo e dei rimborsi la quota degli interessi diminuisce e diventa più consistente la quota capitale.

Formule per calcolare interessi mutuo

SI parla di ammortamento progressivo quando un mutuo viene rimborsato in modo graduale con il pagamento di un numero di rate costanti, ognuna delle quali contiene una quota capitale e una quota interessi. La formula finanziaria per conteggiare la rata è la seguente:

R (rata) = S (capitale chiesto in prestito) x a_n/i (questo simbolo rappresenta la rata annua posticipata necessaria ad estinguere il debito di un euro in n, anni).

Dopo aver trovato la rata si trova la prima quota di interesse utilizzando la formula:

l1= S x i dove l1 indica la prima quota interessi mente i è il tasso diviso per 100.

Quindi si deve trovare la prima quota di capitale determinata dalla differenza tra la rata e la quota di interesse con la formula:

C1 = R -l1 dove C1 è la quota capitale mentre R è la rata e l1 rappresenta la prima quota interessi.

Successivamente si passa a trovare il debito estinto che è uguale alla prima quota capitale e che viene conteggiato con la formula:

E1 = C1 dove E1 indica il debito estinto e C1 è la quota capitale.

Quindi si trova il debito residuo facendo la differenza tra il capitale prestato e il debito estinto con la formula:

D1 = S - E1 dove D1 è il debito residuo, S indica il prestito avuto mentre E1 indica il debito estinto.

Per capire meglio i calcoli, ipotizziamo un esempio, immaginando di aver sottoscritto un mutuo di euro 20.000 al tasso annuo del 4% da rimborsare in modo progressivo in cinque anni. Calcoliamo subito la rata con la formula R = S diviso a-ni da cui R = 20.000 : a-5/4/100, otterremo quindi R = 4.492,54 euro.

Troviamo poi la quota interessi con l1 = S x i da cui l1=20.000 x 0,04 = 800 euro.

Di conseguenza la prima quota capitale sarà: C1 = R-l1 da cui C1 = 4.492,54-800 C1 =3.692,54 euro.

Il debito residuo sarà D1= S-C1 quindi D1= 20.000-3,692,54 = 16.307,46 euro.

La seconda quota di interessi sarà: l2= S x i = 16.307.46 x 0,04 = 652,30 euro.

Blank Golden Home Symbol Realty Handshakeblack calculatorCasa cuartel de la Segunda Compañía de Bomberos de Osorno | Source M

Condividi post

Repost 0
Published by danyteacher - in Banca e Finanziamenti
scrivi un commento

commenti