Segui questo blog
Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Danyteacher
  • Blog di Danyteacher
  • : Descrivo spesso rimedi naturali per risolvere piccoli problemi, mi interesso anche di economia, diritto e scienze della finanza.Offro informazioni relative alla scuola, alle lingue straniere, la letteratura italiana e straniera e notizie su i grandi scrittori. Mi occupo anche di viaggi e film
  • Contatti
9 novembre 2011 3 09 /11 /novembre /2011 18:39

lino.jpgelicriso.jpgL'arrivo della stagione invernale porta quasi sempre  la tosse. Per evitare di assumere medicinali si possono utilizzare rimedi naturali.

La tosse può essere secca, stizzosa o con catarro. Ogni forma richiede diversi attenzioni e rimedi. La tosse è uno dei sintomi comune a molte malattie, proprio per questo motivo è indispensabile sottoporsi a controllo medico per stabile le cause della tosse e i rimedi. 

Per evitare di assumere medicinali, si può combattere questo sintomo utilizzando delle piante con azione calmante e fluidificante che possano permettere il distacco del catarro e soprattutto attenui gli attacchi di tosse.

Per la tosse secca, si tratta di utilizzare delle piante ricche di sostanze emollienti che hanno la proprietà di calmare il sintomo ristabilendo la corretta secrezione mucosa dell'apparato respiratorio.

Tra le piante utili a combattere la tosse troviamo:

- il lichene islandico

- la farina di lino

- l'elicriso

- il mirto 

- la piantaggine

- l'edera

- il cavolo

Per calmare la tosse e rendere fluido il catarro, si può utilizzare i lichene islandico insieme ad altre piante con prorpietà calmanti. Si tratta di prepare un miscuglio così composto:

15 grammi di lichene islandico

30 grammi di radice di altea

20 grammi di radice di liquirizia

10 grammi di timo serpillo

10 grammi di fiori di viola del pensiero

10 grammi di petali di papav.

Dopo aver ben mischiato tra loro tutti gli ingredienti, si deve preparare un infuso, versando una tazza di acqua bollente su un cucchiaio della suddetta miscela. Lasciare riposare per quindici minuti quindi filtrare e bere più tazze al giorno a seconda della intensità della tosse.

Un altro valido rimedio è il cataplasna alla farina di riso.  Si tratta di mettere sul fuoco mezzo litro di acqua, non appena inizierà a bollire si dovrà versare a pioggia la farina di semi di lino mescolando fino a raggiungere una consistenza tale che sembri una polenta. Quidi preparare il cataplasma versando l'impasto ottenuto in un sacchetto di flanella. Chiuderlo bene e applicarlo sul torace non appena avrà raggiunto una temperatura che lo permetterà. Tenerlo sul torace fino a quando sarà diventato completamente freddo. 

Un ottimo rimedio è anche il decotto con l'elicriso il quale è in grado di sedare gli eccessi di tosse favorendo l'espettorazione del catarro. Si prepara mettendo a bollire in un litro di acqua per quindici minuti quattro cucchiai di fiori di elacriso. Spegnere quindi il fuoco e filtrarlo, versalo quindi in una bottiglia .Berne tre o quattro tazze al giorno volendo addolcendolo con del miele.

Un rimedio valido per curare la tosse con abbondante catarro può essere  un infuso preparato mischiando tra loro i seguenti ingredienti:

30 grammi di foglie di mirto

30 grammi di radice di altea

20 grammi di foglie di piantaggine

Dopo aver mescolato gli ingredienti preparare un infuso versando una tazza di acqua bollente su un cucchiaio di miscela. Filtrare e bere tre tazze al giorno, preparandoli al momento,  una delle quali assumerla  prima di andare a dormire.

L'edera ha un buon effetto contro le affezioni dell'apparato respiratorio e soprattutto per attenuare gli attacchi di tosse.

Versare 20 grammi di foglie essiccate di edera terrestre in un litro di acqua bollente lasciando il tutto in infusione per dieci minuti, quindi filtrare e addolcire con miele. Bere due o tre tazze al giorno.

Il cavolo è un valido rimedio contro la tosse catarrale. Si tratta di utilizzare una foglie di cavolo, scegliendola tra quelle più tenere, lavarla , mondarla dai filamenti quindi tagliarla a pezzi. Successivamente farla bollire a fiamma molto bassa per cinque minuti in un bicchiere di latte. Trascorso il tempo, spengere la fiamma e travasare il latte attraverso un colino appoggiato su una tazza, schiacciare bene la foglia con lo scopo di estrarre il maggior liquido possibile. Al liquido ottenuto aggiungere un cucchiaino di miele, quindi bere sia la sera prima di andare a dormire che durante la giornata.

 

 tisaniera.jpg

Condividi post

Published by danyteacher - in Rimedi
scrivi un commento

commenti