Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Danyteacher
  • Blog di Danyteacher
  • : Descrivo spesso rimedi naturali per risolvere piccoli problemi, mi interesso anche di economia, diritto e scienze della finanza.Offro informazioni relative alla scuola, alle lingue straniere, la letteratura italiana e straniera e notizie su i grandi scrittori. Mi occupo anche di viaggi e film
  • Contatti
3 agosto 2011 3 03 /08 /agosto /2011 11:55

Il tecnico informatico è un professionista impiegato nel mondo informatico. Si occupa di assemblare hardware, di curare l'istallazione dei sistemi operativi e delle applicazione sul computer oltre che di assistenza agli utenti.

Come si diventa tecnico informatico

Per diventare tecnico informatico si tratta di conseguire o la laurea triennale in informatica, attiva presso la facoltà di ingegneria, oppure di conseguire il diploma di tecnico informatico della durata di cinque anni presso scuole statali o private.

In entrambi i casi,una volta laureati o diplomati, essendo l'informatica un settore in continua evoluzione, ci si dovrà tenere sempre aggiornati su quanto avviene nel mondo informatico. Si tratterà quindi seguire corsi di aggiornamento su i linguaggi informatici, tenersi informati sulle versioni dei programmi e sui sistemi operativi. Fondamentale sarà anche fare il tirocinante presso negozi di assistenza e di vendita computer.

Un altro modo per mantenersi aggiornati sulle novità tecnologiche ed informatiche sarà quello di abbonarsi a riviste specializzate che tengono aggiornati i suoi lettori su ogni novità provenienti da ogni parte del mondo.

Come svolgere l'attività a domicilio

Per svolgere l'attività di tecnico informatico a domicilio, dopo essersi diplomati o laureati, ci si dovrà fare una vera e propria esperienza nel campo informatico, lavorando presso centri di assistenza informatica o presso centri di vendita computer.

Questa attività richiede, quando la si vuole svolgere in modo autonomo, una certa organizzazione anche amministrativa e fiscale. Dopo aver trovato il luogo dove attivare l'attività e aver ottenuto i permessi comunali, si dovrà richiedere la partita I.V.A. in riferimento ad attività informatica indicata con codice 72600. Quindi stabilire il regime forfettaria, di solito all'inizio dell'attività si richiederà il regime forfettario semplice che è legato all'entità delle entrate prevedibili o effettive. Non sarà necessaria l'iscrizione presso la Camera di Commercio se l'attività viene svolta in modo autonomo. Se invece il lavoro è svolto in qualità di impresa, sarà obbligatoria l'iscrizione alla Camera di Commercio. Si deve quindi iscriversi all'Inps, se l'attività è svolta da impresa, si dovranno versare dei contributi annuali minimi, a prescindere dal reddito, e proporzionali al reddito, quando si supera la quota minima.

Se l'attività viene svolta in modo individuale, ci si iscrive alla gestione separata, se non si ha un'altra cassa previdenziale. Successivamente si pagherà, al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi, i contributi insieme alle altre imposte. Questi contributi sono deducibili dalla tasse. A questo punto si potrà iniziare a fare assistenza informatica a domicilio. Si dovrà fare pubblicità al fine di farsi conoscere, mediante volantini, inserzioni pubblicitarie su riviste specialistiche e su quotidiani eccetera. Il tecnico pc a domicilio svolgerà il lavoro a casa del cliente con lo scopo di riparare il computer. Sul web si trovano numerosi indirizzi di questi professionisti.

Computer MessUn IBM XTUtp cable for internetFingers type a text on the computer keyboard
Repost 0
Published by danyteacher - in Lavoro e Carriera
scrivi un commento