Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Danyteacher
  • Blog di Danyteacher
  • : Descrivo spesso rimedi naturali per risolvere piccoli problemi, mi interesso anche di economia, diritto e scienze della finanza.Offro informazioni relative alla scuola, alle lingue straniere, la letteratura italiana e straniera e notizie su i grandi scrittori. Mi occupo anche di viaggi e film
  • Contatti
4 giugno 2011 6 04 /06 /giugno /2011 19:48

I finanziamenti immobiliari vengono concessi dagli enti creditizi secondo differenti forme tecniche, quella maggiormente diffusa è il mutuo ipotecario. Il mutuo ha tre caratteristiche quali la garanzia ipotecaria di primo grado a favore dell'ente creditizio finanziatore, ha una durata a medio o a lungo termine, inoltre il rimborso del capitale e il pagamento degli interesse avvengono in base a un piano di ammortamento.

Chiarimenti sul piano di ammortamento

Il rimborso della somma prestata è stabilito in base a un piano di ammortamento costruito con formule di matematica finanziaria. Le rate del mutuo sono di regola semestrali e ciascuna di queste comprende una quota di capitale e una quota di interessi, col procedere del tempo e dei rimborsi la quota interesse diminuisce e diventa più consistente la quota di capitale. Gli interessi si calcolano in base a un tasso che può essere variabile o fisso e sono deducibili dall'imponibile Irpef nel limite stabilito dalla disposizioni fiscali in vigore, vale a dire nella misura del 19 percento su un importo massimo di 4.000 euro.

Regole di calcolo relative al piano di ammortamento

Il piano di ammortamento maggiormente diffuso è quello definito ammortamento alla francese, vale a dire a rata costante. Il rimborso del capitale avviene con rate di pari importo per tutta la durata dell'ammortamento. Il tasso di interesse potrà essere sia fisso che variabile. Il calcolo del piano di ammortamento non è molto semplice, ma si può sicuramente fare seguendo delle formule e dei passaggi di base. Come prima cosa si deve calcolare la rata di interesse del mutuo utilizzando la seguente formula: C x (1+t/r) innalzato( r x a) x t/r/(1+t/r) innalzato alla potenza (r x a) - 1. Dove C corrisponde al capitale di mutuo, t indica il tasso di interesse, r il numero delle rate , a indica la durata in anni del mutuo. Successivamente si dovrà calcolare la quota di interessi annuale, utilizzando la formula dell'interesse, moltiplicando il capitale del mutuo per il tasso di interesse e dividendolo per il numero delle rate. A questo punto si potrà conteggiare sia la quota capitali che il residuo debito. Il primo si otterrà togliendo alla rata del mutuo la quota degli interessi annuali, il secondo sarà dato dal debito residuo precedente diminuito della quota capitale. Ovviamente tale conteggio andrà fatto ogni anno fino al completo pagamento del mutuo. In considerazione che il conteggio è complesso, volendo si può ricorrere a simulazione di mutuo utilizzando programmi o siti web, come il sito telemutuo, che effettuano il calcolo, inserendo i parametri del mutuo, o meglio l'importo, la durata, la frequenza delle rate e il tasso, in poco tempo presentano piani di ammortamento dettagliati e ben spiegati.

bank relationFull Spectrum Golden Home Symbol Realty Handshakecalculator

Condividi post

Repost 0
Published by danyteacher - in Banca e Finanziamenti
scrivi un commento

commenti